Trasferimento in Polonia

Temat przeniesiony do archwium
Buongiorno, vorrei informazioni circa l'attuale e aggiornata situazione.
Ho 63 anni e sono vicino alla pensione. Possediamo con mia moglie (polacca) casa nella sua cittadina di nascita oltre ad un appartamento a Vaersavia, affittato e che produce un piccolo reddito di circa 1000 zl.
Sto pensando molto seriamente di anticipare il mio trasferimento. Si tratta di un anno prima di ottenere una pensione non molto alta, ma che in Polonia potrebbe produrre un tenore di vita inimmaginabile in Italia. Inoltre ho dei risparmi che mi consentirebbero di arrivare al dicembre 2020, data della pensione. Inoltre sto avviando un'attività online che produce qualche reddito e arrotonderei.
Vorrei sapere quali sono i passi precisi da fare.
Per l'assistenza sanitaria ho pensato di stipulare un'assicurazione privata con la mia mutua, non è particolarmente costosa. Comunque meglio tenerla, perché l'assistenza sanitaria in Polonia so per esperienza essere molto costosa. Sono coperto in qualche modo dall'assistenza italiana, ma insomma, meglio larghieggiare alla mia età, adesso la salute è buona, ma non si sa mai.
In ogni caso, nel momento in cui mi facessi mandare la pensione in Polonia e pagassi dunque le tasse là, godrei dell'assistenza sanitaeria polacca.
Ovviamente potrei anche chiedere la cittadinanza, non so se mi conviene. Naturalmente la chiederei solo dopo aver stabilito la mia residenza in Polonia.
Insomma, vi chiedo opinioni e soprattutto, dato che ho letto dei post un po' terrorizzanti, se sia possibile condurre una vita decorosa in Polonia, nel Podkarpackie, in una cittadina, con un reddito di circa 3000 zloty mensili e possedendo una casa di proprietà (è intestata ai figli ma io e mia moglie abbiamo l'usufrutto, dovremmo pagare solo le bollette, che tra l'altro già paghiamo.
La lingua la sto studiando intensamente, spero di farcela in un anno.
Grazie
Michele

« 

spotkania

 »

Kultura i obyczaje